Start Submission Become a Reviewer

Reading: Representation of Power of the Prince-Bishop Raimondo della Torre Patriarch of Aquileia (127...

Download

A- A+
dyslexia friendly

Articoli

Representation of Power of the Prince-Bishop Raimondo della Torre Patriarch of Aquileia (1273- 1299)

Author:

Luca Demontis

Via Libeccio 17 09170 Oristano (Italy), IT
About Luca
Luca Demontis received a PhD in Medieval History from the University of Milan, and aEuropean Doctorate in the Social History of Europe and the Mediterranean from theUniversity Ca’ Foscari of Venice. From 2010 to 2012 he worked as postdoctoral fellow atthe University of Cagliari. His research deals with the history of political institutions andpropaganda in the Western Mediterranean during the Middle Ages. His works includeRaimondo della Torre patriarca di Aquileia (1273-1299). Politico, ecclesiastico, abilecomunicatore, Alessandria, Edizioni Dell’Orso, 2009; Alfonso X e l’Italia: rapportipolitici e linguaggi del potere, Alessandria, Edizioni dell’Orso, 2012.
X close

Abstract

La rappresentazione del potere del principe-vescovo

Raimondo della Torre, Patriarca di Aquileia (1273-1299)

Raimondo della Torre, fratello del signore di Milano Napoleone della Torre, venne nominato patriarca di Aquileia nel 1273 da papa Gregorio X. Subito attuò un’attenta costruzione della propria immagine, organizzando il viaggio verso la sede patriarcale secondo una precisa simbologia biblica ispirata alle figure di Salomone e Davide; arrivò nei territori del patriarcato e assunse ufficialmente il potere con due cerimonie d’entrata nella capitale religiosa, Aquileia, e in quella politica, Cividale. Per rafforzare il suo potere e ottenere la collaborazione dei sudditi unì concrete azioni di buon governo a un’ampia comunicazione politica che comprendeva cerimonie d’investitura feudale rivolte a nobili, ministeriali e prelati del patriarcato, e ai principi confinanti; cerimonie di liberazione dei servi di masnada; una rinascita economica e architettonica delle città del patriarcato, depresse dalla potente feudalità friulana, con la costruzione di torri, palazzi, castelli, vie, piazze, fontane e la concessione di privilegi; la fondazione di una nuova città chiamata Milano di Raimondo; il ricorso all’iconografia del potere, alle monete, alle opere tessili, alla poesia e al teatro. La comunicazione politica gli permise di sviluppare un rapporto positivo con i suoi interlocutori raggiungendo i suoi obiettivi e creando una solida immagine di sé come principe-patriarca di Aquileia.

DOI: http://doi.org/10.18352/incontri.9321
How to Cite: Demontis, L., (2013). Representation of Power of the Prince-Bishop Raimondo della Torre Patriarch of Aquileia (1273- 1299). Incontri. Rivista europea di studi italiani. 28(2), pp.31–39. DOI: http://doi.org/10.18352/incontri.9321
2
Views
Published on 05 Dec 2013.
Peer Reviewed

Downloads

  • PDF (EN)

    comments powered by Disqus