Start Submission Become a Reviewer

Reading: Gramsci and the Graphic Novel: Gramsci’s literary criticism as a form of commemoration in 'C...

Download

A- A+
Alt. Display

Articoli

Gramsci and the Graphic Novel: Gramsci’s literary criticism as a form of commemoration in 'Cena con Gramsci' by Elettra Stamboulis and Gianluca Costantini

Author:

Rachelle Gloudemans

Faculteit Letteren KU Leuven Campus Brussel Warmoesberg 26 1000 Brussels (Belgium), BE
About Rachelle

Rachelle Gloudemans studied Italian Literature and Culture (MA) and Literary Studies (rMA) at the University of Amsterdam. She is currently a PhD candidate at KU Leuven (Belgium), where she works on transnationalism and identity in Italian-language writers of Jewish origin. Her research interests include cultural memory, the Italian graphic novel, and the cinematic representation of the Seventies in Italy.

X close

Abstract

Gramsci nel graphic novel

La critica letteraria gramsciana come forma di memoria in Cena con Gramsci di Elettra Stamboulis e Gianluca Costantini

In seguito alla crisi del comunismo e al diffondersi del revisionismo storico dagli anni Novanta in poi, Gramsci è diventato in Italia una figura chiave nel dibattito sulla ‘memoria divisa’. L’avvio di tale dibattito in Italia, a sua volta, si è trovato a coincidere con quello sul New Italian Epic e con l’introduzione del graphic novel come forma letteraria che mette in discussione i limiti della letteratura tradizionalmente intesa. Nella presente ricerca si esplora la correlazione fra i tre fenomeni attraverso l’analisi della rappresentazione della critica letteraria gramsciana in Cena con Gramsci (2012). Nella prima parte si ipotizza che questo graphic novel scritto da Elettra Stamboulis e disegnato da Gianluca Costantini presenti un’allegoria metastorica in cui Gramsci stesso − prima oppresso dal fascismo e dopo dal revisionismo storico − è rappresentato come oggetto dell’egemonia culturale. Nella seconda parte si analizzano invece le strategie narrative attraverso cui Cena con Gramsci entra in dialogo con la critica letteraria gramsciana sull’interdipendenza fra contenuto e forma, proponendo il genere del graphic novel come forma in grado di rispondere alle dinamiche socio-politiche che interessano l’Italia contemporanea. Si conclude che, grazie alla riscrittura di questi concetti della teoria gramsciana, il graphic novel di Stamboulis e Costantini può essere considerato un atto di memoria metariflessiva che critica il revisionismo storico e, nello stesso tempo, crea uno spazio culturale per la commemorazione di una figura a lungo rimasta in ombra.

DOI: https://doi.org/10.18352/incontri.10318
How to Cite: Gloudemans, R., 2019. Gramsci and the Graphic Novel: Gramsci’s literary criticism as a form of commemoration in 'Cena con Gramsci' by Elettra Stamboulis and Gianluca Costantini. Incontri. Rivista europea di studi italiani, 34(2), pp.99–113. DOI: http://doi.org/10.18352/incontri.10318
Published on 31 Jan 2019.
Peer Reviewed

Downloads

  • PDF (EN)

    comments powered by Disqus